La molitura delle olive. Una volta raccolte, entro poche ore, sono defogliate, lavate e conferite in frantoio, dove una molazza in granito, le schiaccia sino a ridurle a poltiglia. La crema ottenuta viene spalmata su dei filtri circolari in polipropilene impilati uno sull’altro. L’enorme pila viene inserita al di sotto di una pressa, dove un cilindro la spinge verso l’alto e dalla pressione delle stesse, esce il mosto d’olio . Viene così definito, perche’ all’interno dell’oliva non abbiamo solo olio ma anche acqua, quindi per separare i due elementi, tramite una pompa, confluiscono in una centrifuga e qui in virtu’ dei diversi pesi specifici, olio e acqua sono separati.

Lascia un commento

×
×

Carrello